Loading...
L’informazione a portata di click
  • 2 Dicembre 2021 01:59

Qatar 2022, l’incubo azzurro si materializza. A Belfast è solo 0-0, si va ai play-off

DiRedazione

Nov 16, 2021

L’incubo temuto da tutti gli italiani si è purtroppo concretizzato: gli Azzurri non passano contro l’Irlanda del Nord, impattando sulla rocciosa difesa britannica. Finisce 0-0 ed a Lucerna la Svizzera si prende con forza la qualificazione schiantando la Bulgaria con un secco 4-0. I precedenti facevano paura e così è stato: come 63 anni fa l’Italia si vede bloccata nel terribile Windsor Park all’appuntamento col Mondiale.

SQUADRA SENZA IDEE. E’ apparsa senza idee la squadra del c.t. Mancini, orfano del suo centravanti Immobile e costretto a schierare Insigne come punta centrale. Gli effetti non sono stati quelli sperati, l’Italia non si è mai davvero resa pericolosa verso la porta nord-irlandese ed ha più volte rischiato di capitolare definitivamente, con Bonucci che ha salvato sulla linea un gol già fatto di Washington al 91′. Una squadra ed una prestazione lontane anni luce da quell’11 luglio in cui gli Azzurri salirono sul tetto d’Europa, e che invece hanno fatto tornare alla memoria l’amarissima serata di San Siro di 4 anni fa. Adesso il rischio è quello di ritrovarsi in un nuovo anno 0.

NELLA MISCHIA DEI PLAY-OFF. Gli Azzurri dovranno passare tramite i play-off per ottenere la qualificazione in Qatar. La formula è cambiata rispetto al 2017: le squadre che vi parteciperanno saranno 12 e si sfideranno in 3 mini-tornei con semifinale e finale in gare secche, soltanto 3 nazionali potranno strappare il pass per la Coppa del Mondo. L’Italia partirà come testa di serie e giocherà in casa la semifinale contro una squadra “meno forte”, l’eventuale finale invece potrà essere anche con un’altra testa di serie e soltanto un sorteggio deciderà chi delle due compagini avrà il vantaggio di giocare nella propria nazione. Le squadre che per ora sono sicure degli spareggi sono Portogallo, Svezia, Galles, Scozia, Russia, Polonia, Macedonia del Nord, Austria e Repubblica Ceca. Italia e Portogallo (vincitrici degli ultimi due Europei) sono sicure teste di serie, mentre la temibile Austria sicuramente non lo sarà. Il quadro per il sorteggio del 26 novembre sarà sicuramente più chiaro dopo che tutti i gironi avranno concluso il proprio calendario. Le semifinali andranno in scena il 24/25 marzo, l’appuntamento decisivo invece il 28/29 marzo.